Il ponte di barche sul Canal Grande

L’occasione per attraversare il canale camminando e galleggiando

La Festa della Salute non è sicuramente un evento di carattere turistico: scaturisce infatti dalla tradizione e da un forte sentimento religioso dei veneziani che con il loro afflusso nella Basilica intasano quasi il flusso tra le calli dell’Accademia o il traghetto della linea 1 da San Marco.

Come la festività del Redentore ricorda una terribile pestilenza del 1630-31, e il conseguente voto pronunciato dal Doge per ottenere l’intercessione della Vergine e come il Redentore è un momento caratteristico della vita veneziana.

La progettazione della Basilica quale ringraziamento alla Madonna per aver posto fine alla pestilenza, fu affidata a Baldassare Longhena che risponde alle esigenze di grandiosità richieste dalla Repubblica Serenissima.

Ogni 21 novembre, viene eretto il ponte votivo su barche per facilitare l’afflusso dei pellegrini ed anche questo ponte galleggiante è un’attrattiva per i turisti. Turisti che solo in questi giorni di novembre, e nemmeno dappertutto, possono gustare nei ristoranti la castradina, saporito piatto a base di carne di montone.