Spritz e cichetti

L'aperitivo a Venezia

Il tipico aperitivo veneziano, nato dalla tradizione austro-ungarica, anche se qualcuno ne assegnala paternità proprio ad un veneziano, è lo spritz, fatto con vino, seltz e, a scelta, Aperol o Campari che si sorseggia mangiando i tipici “cicheti”, parola che deriva da ‘ciccus’ che in latino significa ‘piccolissima quantità’ e si tratta di piccoli assaggini di piatti della tradizione culinaria veneziana come il baccalà mantecato con la polenta; o un crostino con mortadella, salame o anche cotechino, polpetti bolliti, mezzo uovo sodo.

Ma al di là della tradizione, la scelta che fanno i veneziani per un pranzo veloce e senza impegno, è indirizzata sul tramezzino veneziano. Due fette di pane senza crosta, che racchiudono qualsiasi ingrediente farcito con la maionese: uova, tonno, pomodori, mozzarella, verdura fresca, prosciutto, olive, carciofini.