Musei

I palazzi veneziani e lo sfarzo della Serenissima

Tintoretto, Casanova, Goldoni sono solo alcuni dei personaggi famosi che hanno lasciato a Venezia le tracce del loro passaggio. Per questo moltissimi palazzi veneziani sono diventati musei ricchi di opere pittoriche, scultoree e artistiche che inneggiano ai grandi artisti che dal Rinascimento in poi hanno contribuito a portare il nome di Venezia nel mondo.

Molti palazzi, poi, sono anche l’emblema dello sfarzo che ha caratterizzato per decenni la Serenissima con fregi spettacolari all’esterno e ricche pitture e affreschi all’interno.

  • Museo Vedova

    Un omaggio ad un amico. Così Renzo Piano definì il suo progetto di trasformare un magazzino utilizzato dalla Serenissima come deposito per il sale, in un museo dedicato al grande…

  • Palazzo Ducale

    Palazzo Ducale è da sempre il cuore politico di Venezia. Da qui infatti i vari dogi che si sono succeduti, hanno governato e diretto la città. E’ la massima espressione…

  • Palazzo Grassi

    Per la famiglia Grassi un palazzo sul Canal Grande rappresentava il conseguimento di uno status symbol e la conferma della propria appartenenza al patriziato di Venezia. Per questo ne fece…

  • Palazzo Mocenigo

    Palazzo Mocenigo deve il suo nome ad una delle famiglie più illustri del patriziato veneziano se si considera che diede alla città ben sette dogi, oltre a letterati, ecclesiasti e…

  • Peggy Guggenheim Collection

    Ideato nel XVIII secolo come dimora patrizia a quattro piani, il Palazzo Venier dei leoni non venne mai terminato e perciò definito palazzo non-finito. Nel 1949 venne acquistato dalla miliardaria…