Campanile di San Marco

Campanile di San Marco

“El paron de casa” come vien soprannominato il campanile di San Marco costituisce probabilmente una delle principali attrattive per chi visita Venezia.
Con un’altezza che sfiora i 100 metri, il campanile in origine era una torre di avvistamento per chi arrivava in laguna dal mare. Sulla torre quadrata poggia la cella campanaria sopra la quale c’è un dado con le immagini dei leoni e delle giustizie e al termine la cuspide su cui poggia la statua in rame dell’Arcangelo Gabriele.

Nel 1902 il campanile ha subito un crollo e si era posta la questione se ricostruirlo o meno, ma alla fine si optò per la prima ipotesi utilizzando dei pali di sostegno più grandi dei precedenti.

Questo edificio si lega alla tradizionale festa del volo dell’angelo che si svolge il giovedì grasso. Un tempo era detto volo del turco a ricordo dell’acrobata che da una barca ancorata nel molo arrivò alla cella campanaria camminando su una corda. Nel corso degli anni poi il percorso venne effettuato da una colomba in legno, mentre oggi è una ragazza vestita da angelo a dare il via ai festeggiamenti del Carnevale.

Salire fino alla cella campanaria del campanile è un’esperienza imperdibile. Si può salire a piedi o in ascensore e si gode di una magnifica vista panoramica su Venezia: si possono ammirare tutta la laguna e anche le isole più lontane, e se la giornata è particolarmente limpida si riescono a scorgere anche le Alpi.

Indirizzo
Piazza San Marco, 30124 - Venezia
Trasporti
Vaporetto linea 1, 2, N, | San Marco Vallaresso
Go!